La Società Geografica Italiana premia Matteo Marconi come giovane geografo dell’anno


Matteo Marconi, direttore del programma di ricerca “Teoria geopolitica” dell’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG), ha ricevuto giovedì 22 novembre 2012 il XVI Premio “Società Geografica Italiana” (per l’occasione intitolato a Gaetano Ferro nel venticinquennale della sua elezione a presidente del sodalizio), rivolto a giovani studiosi nel settore delle scienze geografiche.

La commissione giudicatrice era composta da Franco Salvatori, presidente della Società Geografica Italiana, Giuseppe Scanu (professore ordinario all’Università di Sassari) e Gian Marco Ugolini (professore ordinario all’Università di Genova). La Società Geografica Italiana è uno dei più prestigiosi enti di studio del nostro paese, fondata nel 1867 e con sede a Roma presso Villa Celamontana.

Matteo Marconi, oltre ad essere direttore di programma nell’IsAG, è docente di Geografia politica ed economica all’Università di Roma Sapienza. Dottore di ricerca in “Geopolitica e culture del Mediterraneo”, si occupa prevalentemente di storia della geopolitica e dell’analisi del fenomeno etnico-culturale contemporaneo. Ha contribuito al recente Studi su Gerusalemme, volume a cura di Biancamaria Scarcia Amoretti pubblicato dall’Università La Sapienza assieme all’Istituto per l’Oriente “C.A. Nallino”. Matteo Marconi parteciperà alla presentazione di questo volume che si terrà venerdì 7 dicembre, alle ore 17, presso i locali dell’Istituto per l’Oriente, in Via Alberto Caroncini 19 a Roma.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail