Russia e Italia nella Prima Guerra Mondiale: convegno al Centro Russo di Scienza e Cultura


Quest’anno ricorre il centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, che dopo il Patto di Londra (1915) vide il Regno d’Italia alleato della Russia zarista contro gli Imperi centrali. Già nel 1909, con l’accordo di Racconigi, i due Paesi individuavano nel contenimento dell’espansione austriaca e nell’indebolimento dell’impero ottomano un obiettivo strategico comune: l’Italia avrebbe assunto un ruolo guida nel Mediterraneo, accettando al contempo l’influenza russa nei Balcani come un necessario equilibrio di forze.

Intrecciata alla Rivoluzione d’Ottobre e ai nazionalismi europei, tragica nel suo svolgimento e nei suoi esiti finali, la Prima Guerra Mondiale offre importanti spunti di riflessione sulla storia geopolitica dei rapporti tra Russia e Italia, a cui il Colloquium italo-russo dell’IsAG ha dedicato il suo terzo seminario del 2014, dal titolo: Russia e Italia nella Prima Guerra Mondiale: dalla storia alla geopolitica.

L’incontro ha avuto luogo lunedì 17 novembre 2014, dalle ore 16 alle ore 18, presso il Centro Russo di Scienza e Cultura in Piazza Benedetto Cairoli 6, a Roma.

Sono disponibili:

  • Locandina col programma completo [vedi]
  • Resoconto (di Jalila Dobere) [leggi]
  • Album fotografico (di Giorgia Licitra) [vedi]
  • Dalla storia all’oggi, perché all’Italia serve una Russia amica (relazione di Daniele Scalea) [leggi]
  • Intervista a Dario Citati da “La Voce della Russia” [leggi]
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail