La questione energetica. Tiberio Graziani a “AgiEnergia”


Tiberio Graziani, Presidente dell’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG), è stato intervistato da Francesco Russo per “AgiEnergia” in merito a varie questioni energetiche approcciabili dal punto di vista geopolitico.
“AgiEnergia” è un portale informativo tematico creato da Agi – Agenzia Italia in collaborazione con RIE – Ricerche Industriali ed Energetiche.

L’intervista, pubblicata mercoledì 21 gennaio, può essere riletta cliccando qui.

Il Presidente Graziani ha dichiarato che il crollo del prezzo del petrolio deciso dall’Arabia Saudita non è legato a questioni puramente economiche ma serve ad indebolire la Russia (assieme a Iran e Venezuela ed in parte Ecuador). Indirettamente, però, ne risente anche l’economia dell’Unione Europea. L’Opec, in questa fase di transizione geopolitica, non risponde più alla realtà fattuale: ne è esempio il progetto infrastrutturale Nabucco che è sostanzialmente fallito. L’invito del Presidente Graziani, per risolvere il problema, è un ripensamento delle sanzioni europee alla Russia e il ritorno in buoni rapporti con Mosca, anche perché ha gli stessi problemi terroristici dell’Europa. Il Presidente Graziani conclude affermando che l’Italia è una nazione che ha bisogno di energia e quindi le conviene realizzare il progetto “hub del gas” con i due candidati Ungheria e Bulgaria.

(Eleonora Palone)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail