«Onu incapace di gestire Yemen, Bahah possibile figura di compromesso» – Tiberio Graziani a “Voci del Mattino”


Voci del MattinoIl Presidente dell`IsAG Tiberio Graziani ha commentato ai microfoni di “Voci del Mattino”, su RadioUno, la situazione nello Yemen.

La puntata può essere riascoltata cliccando qui.

Il Presidente Tiberio Graziani, parlando della complessità della questione yemenita, ha ipotizzato che molto probabilmente le dimissioni di Jamal Benomar (ex Inviato dell’ONU in Yemen) siano dovute ad un intervento dell’Arabia Saudita. Dimissioni che testimoniano l’incapacità dell’ONU di gestire la questione dello Yemen. È evidente dunque che i primi protagonisti saranno proprio gli yemeniti, e questo è sostenuto anche dal ministro degli esteri iraniano che sponsorizza i ribelli Houthi di confessione sciita zaidita. Il vicepresidente Khaled Bahah, di recente nomina, ha affermato più volte che ci può essere un’iniziativa di pace ma solo dopo un vero e proprio cessate il fuoco. Il Presidente Tiberio Graziani ha concluso il suo intervento affermando che Bahah potrebbe essere la persona di equilibrio per ricomporre in un tempo medio la pace all’interno dello Yemen.

(Eleonora Palone)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail