«Vertice Ufa: asse geoeconomico si sposta verso oriente» – T. Graziani a “Sputnik Italia”


Sputnik NewsTiberio Graziani, Presidente dell’IsAG, ha risposto ad alcune domande poste da Tatiana Santi per l’edizione italiana dell’agenzia d’informazione internazionale “Sputnik” il giorno 7 luglio 2015.

L’articolo integrale è raggiungibile cliccando qui.

Il dottor Graziani ha espresso la propria opinione in merito alla delicata situazione europea, dove i Paesi Brics insieme all’Organizzazione di Shangai (OCS) stanno assumendo un ruolo centrale per i nuovi disegni economici e geopolitici. Egli ha sottolineato l’utilità che la nascita di una banca di sviluppo infrastrutturale da parte dei paesi BRICS, affiancata a quella cinese, può apportare all’attuale crisi economica, non soltanto della Grecia, ma delle economie complessive. Questo progetto, ha aggiunto, vede una partecipazione dalla Russia che confermerebbe il fallimento delle sanzioni nell’emarginare Mosca.

Su quest’ultimo punto, Tiberio Graziani vuole dimostrare come l’asse dell’economia si stia spostando dall’Occidente verso l’Oriente, dove i Paesi che hanno subito la crisi con maggiore gravità possono riscontrare degli aiuti nei nuovi aggregati.

L’intervento del dottor Graziani si conclude con alcune considerazioni anche riguardo la situazione italiana in merito ad una eventuale cooperazione con i Paesi Brics. Ciò aiuterebbe l’Italia a distanziarsi dallo schiacciamento sulla politica statunitense per riacquistare un suo grado di libertà.

(Giulia Castello)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail