«L’Italia è determinata a contribuire alla stabilizzazione della Libia» – Alessio Stilo a “Radio Cusano Campus”


Alessio Stilo, Ricercatore associato dell’IsAG, è intervenuto lo scorso 4 novembre ai microfoni di “Radio Cusano Campus”, per la rubrica Il mondo è piccolo condotta da Fabio Stefanelli, per commentare gli ultimi avvenimenti in Libia e nel Mediterraneo.

L’intervento può essere riascoltato cliccando qui.

Alessio Stilo ha presentato la situazione sul terreno e sottolineato la volontà dell’Italia di contribuire alla stabilizzazione della Libia mediante un duplice ventaglio di azioni. In primo luogo, attraverso il dialogo sponsorizzato dalle Nazioni Unite, volto a monitorare un cessate il fuoco tra le varie fazioni e a caldeggiare un accordo politico tra il governo internazionalmente riconosciuto di Tobruk e quello di Tripoli. In secondo luogo, dichiarandosi pronta ad assumere un ruolo guida – nel quadro di un’iniziativa Onu – che miri all’addestramento delle forze armate libiche in una cornice di integrazione delle milizie in un esercito regolare e alla riabilitazione delle infrastrutture.

Nell’esaminare la regione alla luce delle rivolte arabe, nonché degli interessi in loco delle potenze regionali e internazionali, il Dott. Stilo ritiene che l’esito empirico della “esportazione della democrazia” sia stato dannoso per la stabilità dell’area e auspica che l’Italia e l’Unione Europea, nell’esperire le proprie politiche verso i Paesi del Mediterraneo, tengano maggiormente in considerazione i fattori locali (culture, religioni, interessi delle parti).

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail