«L’intesa Putin-Bergoglio»: Filippo Romeo a Sputnik


Sputnik NewsFilippo Romeo, Direttore del Programma “Infrastrutture e Sviluppo Territoriale” dell’IsAG, è stato intervistato il 15 agosto da Tatiana Santi per Sputnik-Italia (agenzia d’informazione internazionale, versione in lingua italiana) in merito al rapporto tra Vladimir Putin e Jorge Bergoglio e la rinascita della Chiesa Ortodossa in Russia.

È possibile leggere l’intervista per intero cliccando qui.

Filippo Romeo afferma l’incredibile rinascita del Patriarcato di Mosca e della fede ortodossa, dimostrata soprattutto dall’incremento di conversioni, diocesi, cattedrali, monasteri e università teologali.
Putin, spiega il dott. Romeo, dà ampio spazio alla Chiesa Ortodossa poiché è un alleato fondamentale per contrapporsi ai valori occidentali che vanno ad intaccare gli elementi cardine di una società, come la famiglia. Per questa ragione Papa Bergoglio ha ritrovato in Putin un interlocutore per la difesa dei valori tradizionali. Papa Francesco venendo dall’Argentina ha una visione geopolitica differente da quella occidentalista, e c’è una grande sintonia di vedute tra Putin e il Papa. Inoltre i cristiani del Vicino Oriente chiedono una tutela da parte della Federazione Russa.
Con l’avvento del fenomeno terribile dell’Isis che avanza verso Occidente, spiega il rappresentante dell’IsAG, una sinergia tra Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa in un contesto di dialogo interreligioso, anche con i musulmani, può cercare di arginare questo fenomeno.
Filippo Romeo conclude il proprio intervento affermando che attualmente un viaggio di Papa Francesco in Russia è improbabile, e che potrebbe apparire come una sorta di sovra avanzamento dei russi nei confronti degli altri Patriarcati, ma sarà possibile solo all’indomani del Concilio interreligioso.

(Eleonora Palone)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail