Il Summit nucleare a Washington: i commenti di A. Lundini per la tv kazaka


Alessandro Lundini, Ricercatore associato del Programma “Eurasia” dell’IsAG, è stato intervistato dalla televisione kazaka in merito al recente Summit sulla Sicurezza Nucleare tenutosi a Washington lo scorso aprile.

Nell’intervista, andata in onda sui canali “Khabar TV” e “24KZ”, Lundini si è soffermato su alcuni risultati raggiunti nell’ambito del vertice e ha sottolineato la pesante assenza di Russia e Iran, attori di importanza strategica nella questione nucleare.
Lundini è poi intervenuto sul programma “21° secolo. Un mondo senza guerre” contenuto nel manifesto “Il mondo. Il 21° secolo” del Presidente kazako Nursultan Nazarbaev, reso pubblico proprio alla vigilia del vertice di Washington. Secondo Lundini, il manifesto rappresenta un ulteriore passo del presidente kazako nell’affermazione di una politica di distensione, cooperazione e superamento della logica dei “blocchi” politico-militari di cui il Paese centroasiatico si è sempre fatto portatore. Al tempo stesso – ha tenuto a precisare il Ricercatore IsAG – nonostante l’alto valore politico, l’iniziativa deve essere affiancata da misure e azioni concrete. Tra queste, è stata citata l’idea di una più stretta collaborazione politico-militare tra le principali organizzazioni regionali nella lotta al terrorismo, un’ipotesi lanciata proprio dal Paese centroasiatico nel corso dell’ultima Assemblea Generale dell’ONU.
Il servizio può essere visto cliccando qui:

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail