La Brexit e il futuro dell’Europa: Daniele Scalea a Radio Cusano


Daniele Scalea, Direttore Generale dell’IsAG, è intervenuto a “Il mondo è piccolo”, programma di Radio Cusano Campus condotto da Fabio Stefanelli, per parlare del recente voto Brexit in Gran Bretagna.

L’intervista, trasmessa il 27 giugno 2016, può essere riascoltata cliccando qui.

Daniele Scalea ha dichiarato che il voto in Gran Bretagna è stato il primo nell’UE contro lo status quo e che ora altri popoli potrebbero seguire i Britannici, ma più probabilmente dopo alcuni anni dalla Brexit in assenza di effetti negativi sulla Gran Bretagna. La dirigenza europea continua a non mostrare autocritica e ciò può indurla a compiere errori su errori come, ad esempio, cercare di “punire” la Gran Bretagna. Alla domanda se l’Europa possa stare divisa nel XXI secolo, Daniele Scalea ha risposto che l’economia oggi richiede mercati ampi ma ciò si ottiene anche con i trattati commerciali. La tesi che prevedeva un’aggregazione politica su base continentale come nuovo standard mondiale solleva ormai forti dubbi: l’UE traballa e gli altri progetti di integrazione continentali (da Unione Eurasiatica a ASEAN, dall’ALBA all’Unione Africana) non sono decollati. Il XXI secolo potrebbe continuare ad essere degli Stati-nazione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail